Si è svolto quest'anno a Lisbona dal 4 al 7 giugno il Meeting Delfino 2015. L’evento è stato come sempre l’occasione per confrontarsi sulla situazione economica attuale, sui cambiamenti avuti nel mercato idrotermosanitario e sulla necessità di trovare soluzioni e spunti che possano portare a nuove opportunità.

Anche quest'anno l'incontro ha riscosso un grande successo: grande partecipazione degli associati Delfino e dei fornitori partner dell'evento. 160 in totale i partecipanti che hanno presenziato ai vari impegni lavorativi organizzati (Assemblea Soci, Speed Date Associati-Fornitori, Meeting Aziendale) alternati a momenti ludici di socializzazione.

Delfino è un consorzio di imprese che opera nel settore idrotermosanitario che anno dopo anno punta a migliorare i servizi offerti e a realizzarne di nuovi. Una tensione costante alla qualità e all’innovazione che fonda le sue radici in più di trent’anni di storia. Per SFA ITALIA SpA essere partner di Gruppo Delfino e partecipare ai loro Meeting è indubbiamente un’ottima occasione per sviluppare il dialogo e la collaborazione tra le aziende del settore, una spinta a guardare sempre al domani attraverso un costante miglioramento della qualità e della competitività, ma anche un modo per sviluppare nuove iniziative imprenditoriali e facilitare i rapporti con gli installatori.

SFA ITALIA SpA è presente nel mercato italiano da oltre 30 anni. Leader nel mercato delle soluzioni per il bagno è presente con due divisioni: la divisione tecnica con le pompe e i trituratori della linea Sanitrit e quella estetica con il marchio Grandform che nel 2014 è entrato anche nel mercato della sostituzione vasca in doccia con G-magic. Dal 2010 SFA ITALIA SpA gestisce anche il marchio Stile, che comprende una vasta gamma di ceramiche sanitarie, piatti doccia e soluzioni d’arredo per il bagno.

www.sanitrit.it

www.grandform.it

www.gmagic.it

www.ceramicastile.it

Ufficio stampa

Dir. Gen.: Patrizia Fabretti

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Resp. Cliente: Valentina Riva

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

20123 Milano

Via Sant’Agnese, 14 – tel 02 87384640

Dalla Piazza “+E Building: l’edificio a energia positiva”, al Forum “L’edificio digitale sostenibile”, SIE, il Salone dell’Innovazione Impiantistica per gli Edifici accompagnerà la filiera delle costruzioni verso la progettazione del sistema edificio-impianto. 

Milano, 12 giugno 2015 - Costruire edifici in grado di produrre più energia di quanta ne consumino. E' questa la sfida del futuro che investe l'intera filiera delle costruzioni. L'efficienza energetica diventa perfetta grazie al nuovo concetto di edificio +E ovvero a Energia Positiva, dove domotica e ingegneria s'incontrano dando vita all'edificio impianto.  Saranno questi i temi principali di SIE, il Salone dell’Innovazione Impiantistica per gli Edifici, il nuovo evento organizzato da Senaf che si terrà dal 14 al 17 ottobre 2015 a BolognaFiere in contemporanea con SAIE SMART HOUSE. L'appuntamento, che si pone come strumento di comunicazione e condivisione di competenze, materiali, nuove tecnologie e sistemi impiantistici d'avanguardia e controllo domotico, proporrà inoltre una serie di eventi, focus e incontri sul tema dell'efficientamento energetico e dell'edilizia sostenibile. 

Tra questi spicca sicuramente la Piazza “+E Building: l’edificio a energia positiva” uno spazio dedicato in cui verrà rappresentato un edificio trasparente con impianti funzionanti che offrirà al visitatore la possibilità di comprendere al meglio come un’intelligente integrazione degli impianti comporti sistemi efficienti dal punto di vista energetico e gestionale in grado di ridurre i costi operativi degli edifici, aumentare il valore degli immobili e, al tempo stesso, migliorare la qualità della vita. 

"Con sistemi ad alte prestazioni energetiche e con un controllo automatico integrato - spiega Stefano Moretto, system integrator e curatore dell'evento - è possibile ottenere fino ad un 60% di risparmio energetico. Un traguardo raggiungibile sia nelle nuove costruzioni che negli edifici esistenti. L’obiettivo della piazza “+E Building” è proprio quello di mostrare praticamente, nell’ottica della riqualificazione di un edifico esistente, come ciò sia possibile". La parola chiave è “integrazione”. La capacità, cioè, di comunicare di tutti gli impianti nell’edificio. Chi visiterà +E Building acquisirà la consapevolezza che la riqualificazione energetica degli edifici passa dall'impiantistica e che le tecnologie del futuro sono applicabili da subito". 

L'edificio, completamente trasparente, comprenderà impianti funzionanti di riscaldamento, raffrescamento, ventilazione, illuminazione, controllo delle schermature solari, controllo con sistemi di automazione dell’edificio, gestione centralizzata dell’edificio audio multi-room antintrusione, videosorveglianza, videocitofonia, controllo accessi, rivelazione incendio e fotovoltaico con accumulo. I visitatori, quindi, potranno toccare con mano non solo i vantaggi derivanti dall'interazione e dalla comunicazione di tutti gli impianti dell'edificio, ma anche avere la percezione reale della semplicità di installazione dei nuovi prodotti. 

Altro appuntamento da non perdere che si terrà nel corso della quattro giorni SIE sarà il Forum “L’edificio digitale sostenibile”, un evento che vedrà la partecipazione di professionisti provenienti dai diversi ambiti di attività dell’edilizia. Al tavolo si avvicenderanno infatti progettisti, installatori, operatori immobiliari e aziende tutti accomunati dal medesimo obiettivo: l'innovazione. 

"Il processo edilizio - sottolinea Luca Stefanutti, progettista e coordinatore del Forum - ha subito negli ultimi anni una profonda trasformazione sotto la spinta della diffusione del digitale, che è ormai alla base sia del processo progettuale sia delle tecnologie che sono chiamate a garantire obiettivi quali comfort, produttività, sicurezza e sostenibilità. In questo contesto il Forum rappresenta il punto d’incontro per discutere e confrontarsi sugli sviluppi tecnologici che hanno investito il settore delle costruzioni, destinati a modificare radicalmente il modo di progettare e costruire gli edifici". 

Il forum spazierà a 360 gradi sulle tematiche legate al futuro dell'edilizia quali: il mercato immobiliare nell’era digitale, la progettazione in 3D, la modellazione BIM e i sistemi di Home e Building Automation, che permettono l’integrazione e la gestione dei diversi impianti, dai sistemi per il controllo del microclima ambientale a quelli di illuminazione e antintrusione. Un'occasione per presentare e condividere concetti innovativi e, allo stesso tempo, sviluppare nuove relazioni tra i vari operatori del settore. 

Per ulteriori informazioni

Ufficio stampa Senaf

MY PR

Roberto Grattagliano – Paola Gianderico

tel_ 02-54123452 fax_ 02-54090230

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ricorre quest’anno il trentennale della fondazione della nostra azienda Poliespanso, che è stata capace, con la sua tecnologia, di anticipare di oltre vent’anni le tendenze costruttive più all’avanguardia. La ricerca di tecnologie avanzate hanno accompagnato per tutti questi 30 anni di attività l’azienda, nello specifico per offrire soluzioni destinate a migliorare gli edifici contenendo i costi. Come? Isolandoli dai rumori, isolando dal caldo e dal freddo chi vi abita ma anche  facilitando progettazione, costruzione  e posa per i tecnici che devono costruirli. Al centro del nostro lavoro c’è sempre stato l’uomo e proprio per questo la nostra mission è stata e sarà sempre quella di creare tecnologie e soluzioni per dar vita ad abitazioni “a misura d’uomo”, dove l’esigenza di risparmio energetico proceda di pari passo con le alte prestazioni di resistenza sismica.

Il problema della eco sostenibilità degli edifici e del risparmio energetico è oggi al centro di tutte le più accese discussioni in campo edilizio ma vent’anni fa coloro che investivano nella ricerca in questo campo erano davvero pochi e davvero coraggiosi. 

Poliespanso ha avuto il coraggio di investire continuamente grandi risorse che le hanno permesso di mettere a punto e produrre una  tecnologia costruttiva alternativa a quella tradizionale. Si tratta di un sistema che, a parità di costo rispetto alle tecnologie normalmente usate, permette di edificare garantendo  prestazioni di livello più elevato.  Questa tecnologia, è fatta di prodotti e servizi che si rivolgono a imprese e progettisti. Proprio a  questo scopo abbiamo dato vita a una gamma completa di prodotti, di cui il più importante è il SISTEMA PLASTBAU®.

Questa tecnologia permette di programmare in linea di produzione gli spessori degli elementi per predeterminare il coefficiente di isolamento termico e gli spessori strutturali, richiesti dal calcolo statico, per ogni singolo elemento. Caratteristica fondamentale di questo prodotto rimane la coibentazione senza ponti termici: comfort abitativo, risparmio energetico, facilità di trasporto e di installazione completano al meglio i vantaggi delle caratteristiche strutturali del prodotto. La tecnologia costruttiva messa a punto da Poliespanso è frutto di ricerche mirate allo sfruttamento di nuovi materiali, come l’EPS, e alla loro combinazione con quelli tradizionali come ferro, calcestruzzo e gesso. Il Sistema costruttivo Plastbau® è l’ottimo risultato di queste ricerche che permette prestazioni elevate e alta tecnologia per edifici ecosostenibili nel pieno rispetto dell’ambiente, tutelando la completa sicurezza degli operai edili in cantiere. Grazie alla sua leggerezza, sicurezza, flessibilità d’impiego, lavorabilità e semplicità di posa, il sistema integrato Plastbau® rappresenta una moderna alternativa ai sistemi costruttivi tradizionali e la concreta opportunità di trasformare il processo edile da artigianale ad industriale.

 

UFFICIO STAMPA POLIESPANSO

Dott.ssa Elena Lodi

FERMO, 30 GENNAIO 2015 - Dal 2008 al 2014, trainato dai bonus fiscali, il settore delle ristrutturazioni edilizie  è cresciuto in Italia del 18,5%, con un trend che si stima ancora positivo per il 2015 (+2%). Nelle Marche gli interventi di recupero e riqualificazione energetica degli edifici nell'ultimo biennio - dati Cna Costruzioni Marche - sono “volati” di oltre il 40%, con oltre 45mila domande presentate per una spesa di quasi 1 miliardo di euro l’anno (pari al 60% dei lavori edili).  Il mercato a livello regionale mostra un grande potenziale, se si considera che il 70% degli edifici ha più di quarant’anni e il 20% versa in cattivo stato di manutenzione. Il settore "CASA" si dimostra ancora in grado di generare un notevole indotto sull'economia del territorio, contrastando il periodo di crisi generale del comparto edilizio e con ricadute positive anche dal punto di vista occupazionale (nel Paese 291mila posti in più solo nel 2014). Segno di un mercato che cambia, nel quale sono sempre più i privati a spendere e ad entrare nelle decisioni per la scelta delle migliori soluzioni, tecnologie e materiali dell’abitare o, meglio, del “ri-abitare” la propria casa, in modo più razionale e sostenibile.

Si propone proprio di intercettare questa inversione di tendenza “Riabita 2015”, il Salone dell’Abitare, in programma il 6, 7 e 8 novembre prossimi, per la prima volta presso il Fermo Forum, con l’organizzazione della “Service Promotion” e il patrocinio della Regione Marche, Provincia e Comune di Fermo.

Un contesto espositivo, ideato e organizzato da professionisti del settore,  all'insegna dello slogan “Il futuro si affronta innovando”, che si propone quale vetrina per esplorare in anteprima materiali, tecniche, tecnologie e idee innovative per la costruzione, la ristrutturazione e la riqualificazione a basso impatto ambientale degli edifici, impianti, infissi, finiture d’interni, arredamento interni e da giardino.

Ripensa, ristruttura e riqualifica sono le parole d’ordine di Riabita 2015, per riconsiderare il patrimonio esistente con nuove funzioni e destinazioni d’uso, all'insegna  della bioedilizia, di soluzioni intelligenti per la progettazione e il risparmio energetico, per l’isolamento termico e acustico degli edifici, senza trascurare l’aspetto della sicurezza. Nella tre giorni dell’esposizione il quartiere fieristico sarà, inoltre, animato da eventi, momenti informativi e workshop per privati, aziende e progettisti. Novità assoluta dell’edizione sarà il Premio Riabita: un concorso strutturato in tre sezioni, dedicate rispettivamente alle imprese di costruzione, ai giovani architetti e designer e alle Amministrazioni comunali che si sono distinte in progetti di pianificazione strategica e rigenerazione urbana.

 

Ufficio Stampa Riabita 2015

Abitare il Tempo e Veronafiere hanno stretto un accordo di collaborazione con AIPI - Associazione Italiana Progettisti di Interni – dal 1969 punto di riferimento per quelle figure professionali, progettisti e designer, la cui attività di progettazione degli interni è considerata complementare e parte integrante dell’architettura complessiva degli edifici.

A seguito della partnership tra Abitare il Tempo e AIPI durante i giorni della manifestazione saranno organizzati incontri riservati a operatori e aziende. Tra gli appuntamenti in programma, in particolare, il convegno dal titolo “Benessere Casa” durante il quale i relatori - Marco Magnatta, Presidente di AIPI, gli architetti Alberto Apostoli e Ascanio Zocchi e l'interior designer Elisabetta de Strobel - affronteranno il tema della progettazione della casa sostenibile, dalle normative tecniche alle regole costruttive, dalle attrezzature ai materiali e ai loro trattamenti con attenzione a tutti gli ambienti domestici come luoghi di benessere e di buon vivere.

Abitare il Tempo ospiterà inoltre un evento di lancio del nuovo INDEX AIPI, uno spazio “I professionisti incontrano …” in cui i progettisti AIPI saranno a disposizione per consigli e consulenze sui diversi temi legati all’interior e l’assemblea annuale dei soci AIPI.

 

AIPi è l’unica associazione di categoria in Italia che qualifica la professione di Progettista d’Interni – Interior Designer con l’obiettivo di migliorarne costantemente la qualità e valorizzarne l’immagine e la presenza nel contesto economico. L’Associazione da diversi anni ha assunto un ruolo da protagonista nel mondo dell’architettura degli interni e del design in generale, profondendo molto impegno per aumentare la propria visibilità nel mondo dell’Interior Design nazionale ed internazionale. Numerose le iniziative e gli eventi di spessore culturale realizzati ed in programma. AIPi è presente su tutto il territorio nazionale tramite le sue Delegazioni Territoriali Regionali, la cui collaborazione è di fondamentale importanza per promuovere l’immagine dell’associazione e della professione di Interior Designer anche nelle diverse realtà locali.

Cerca su Edilpro

Richiesta informazioni

Required *

 

Edilpro.it è un servizio fornito da Nòema

Nòema di Michele Di Noia Via F. Fellini, 1 70029 Santeramo in Colle (BA) Rea BA 550012 - C.F. DNIMHL68E26F205V - P.I. 07331330725

Edilpro.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto e/o di eventuali variazioni.

© 2015 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper
Copyright © 2017 Edilpro.it - Portale dell'edilizia. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.

Questo sito usa i cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Navigando sul nostro sito accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Per maggiori informazioni