ANIT, Associazione Nazionale per l’Isolamento Termico e acustico, dal 1984 si occupa di divulgare la corretta informazione e la buona pratica dell’isolamento termico e acustico in edilizia.
In quest’ottica, dall'anno della sua prima edizione nel 2006, ANIT collabora attivamente con Klimahouse, la fiera d’eccellenza del settore dell’efficienza energetica in edilizia.
In occasione dell’edizione 2016 ANIT organizza due convegni di approfondimento per i professionisti.
Il primo convegno in programma (giovedì 28 gennaio, dalle ore 10 alle ore 13), è: “La progettazione avanzata dell’involucro: simulazione dinamica con Energy Plus, Wufi e Pan 7.0”.
Si tratta di un incontro con i più grandi esperti del settore per valutare le possibilità di analisi energetica e igrotermica dell’involucro edilizio.
L’evento è dedicato ai progettisti interessati a comprendere la fisica tecnica dell’edificio non solo per il rispetto dei limiti di legge (trasmittanza, trasmittanza periodica, controllo rischio muffa), ma anche per la buona progettazione e il controllo del comfort interno (controllo dell’efficacia dell’inerzia, analisi igroscopica dei materiali, modifica delle caratteristiche dichiarate e di progetto). 
L’incontro è l’occasione per vedere quali risultati si possono ottenere da una simulazione dinamica con i software EnergyPlus, Wufi e quali sono le potenzialità della nuova versione del software PAN 7.0 distribuito da ANIT.
Il secondo convegno in programma (venerdì 28 gennaio, dalle ore 14 alle ore 17) è: “Le nuove regole del gioco per l’edilizia. Efficienza energetica e acustica dopo il DM 26.06.15”. 
L’evento, che anticipa il tema del nuovo Tour di convegni ANIT 2016, vuole fare il punto sulla nuova legislazione del settore dell’efficienza energetica in vigore dal 1 ottobre 2015. 
I professionisti devono adeguarsi a nuovi metodi di progettazione senza dimenticare che l’edificio nuovo o riqualificato non può prescindere dall'essere prestazionale anche dal punto di vista acustico. Ecco le domande a cui risponde il convegno:
— Quali sono i nuovi obblighi normativi in materia di efficienza energetica?
— Cosa devo rispettare per avere un edificio a rumore quasi zero oppure anche solo per il rispetto della legge dal punto di vista acustico?
— Cosa si intende con edificio a energia quasi zero?
— Quali nuove prospettive per la corretta progettazione termica e acustica per gli edifici di oggi?

Oltre ai due convegni sopra descritti, ANIT è promotrice delle proprie aziende associate nell'Area ANIT, di oltre 800 mq, dove espongono le eccellenze delle tecnologie per l’isolamento termico e acustico. Hanno confermato ad oggi con ANIT: Aerauliqa (stand A05/26), Bampi (stand A05/12), Climacell (A05/24), Colorificio Paulin (A05/18), De Faveri (B06/32), Ecosism (A05/32), Fischer Italia (B07/06), Isotex (A05/28), Link Industries (B07/14), Mapei (A05/20), Over All (B07/02), Polyglass (B06/24), Sirap Insulation (B07/08), Tecnosugheri (B06/04), Testo (B06/06), Thesan (A06/02) e Xella Italia (B06/30).

Chi è ANIT

ANIT - Associazione Nazionale per l'Isolamento Termico e acustico - è dal 1984 l'Associazione di riferimento per i professionisti e le Aziende che si occupano di risparmio energetico e acustica in edilizia. Nel 2015 ANIT conta l'adesione di oltre 2.300 professionisti e 84 Aziende del settore, confermando la sua autorevolezza e riconoscimento sul mercato italiano.

Certificati Bianchi per un'industria energeticamente efficiente Il lavoro delle due aziende per rendere il comparto siderurgico più in linea con i principi di white economy premiati a Rimini durante la fiera Key Energy Anche il settore siderurgico può essere a basso impatto ambientale, mantenendo alti standard qualitativi e produttivi, come dimostra l'assegnazione del premio FIRE - Certificati Bianchi per un'industria energeticamente efficiente ad ABS - Acciaierie Bertoli Safau del Gruppo Danieli, azienda friulana (che ha di recente ottenuto la certificazione del proprio Sistema di Gestione dell'Energia - SGE - secondo lo standard ISO 50001) che realizza acciai speciali di alto livello, per uno dei progetti realizzati in collaborazione con Tholos, ESCo certificata UNI CEI 11352, specializzata nella consulenza alle industrie per l'efficienza energetica e l'ottenimento di Certificati Bianchi.

Milano, 9 ottobre 2015 – In occasione del Festival dell’acqua, in queste ore in corso a Milano, il Presidente di ANIMA Alberto Caprari è stato invitato a mostrare come l’industria meccanica ottimizzi il connubio Acqua-Energia secondo tre linee direttive: sostenibilità, efficienza e alto valore tecnologico.

“E’ tempo di delineare una vera e propria Road Map per sviluppare la partnership tra tecnologie industriali e utilities nell’ottica di sostenere gli investimenti nelle reti. Si pensi che in Italia gli investimenti delle Utilities sono pari a 34,30 euro/anno pro capite contro i 100 euro/anno a livello Europa”. - ha affermato il Presidente di ANIMA, Alberto Caprari - Per un minor consumo energetico è necessario supportare gli investimenti in nuove tecnologie e materiali connesse all’utilizzo e gestione delle acque, anche al passo con la revisione in corso in Italia e in Europa della legislazione per materiali e prodotti idonei a contatto con acqua potabile. Promuoviamo tavoli comuni sulla realizzazione di progetti pilota fra gestori, ricerca universitaria e manifattura e di master specialistici per la creazione di nuove competenze. - conclude il Presidente Caprari - Per quanto riguarda gli appalti, chiediamo di semplificare le procedure di gara per garantire soluzioni che privilegiano l’offerta economica effettivamente più vantaggiosa e non al massimo ribasso”.

Nel 2015, con un incoraggiante pattern di crescita nel mercato edilizio europeo, IronPlanet sfrutta al meglio la crescente domanda di macchine pesanti usate attraverso una serie di iniziative. Per saperne di più, ci siamo rivolti al Vicepresidente per le vendite in Europa di IronPlanet, Felipe Fernández-Urrutia Massó.

Nel 2015 IronPlanet, la piattaforma di aste leader mondiale nell'acquisto e nella vendita di macchine pesanti e autocarri usati, ha visto un gran numero di sviluppi strategici che hanno comportato il notevole aumento dell'attività in Europa – una tendenza destinata a continuare per il resto dell'anno e anche nel 2016.

L'aumento della domanda per l'acquisto e la vendita di macchine pesanti usate, insieme alla costante ricerca di nuove opportunità di business nell'ottica di una strategia di espansione globale attentamente ideata, indica la possibilità di un periodo molto positivo per l'azienda e i suoi clienti, in Europa e non solo. 

Monaco di Baviera, 20-23 ottobre 2015. Unica realtà industriale in Europa a produrre ossido di rame seguendo un processo termico con l’ausilio di una tecnologia propria, Ecoterm è pronta a conquistare Ceramitec, evento cult triennale che dal 1979 non teme rivali. Quando? Da martedì 20 a venerdì 23 ottobre negli spazi espositivi del Munich Trade Fair Centre (Hall A2 – Stand 409). Azienda del gruppo Edilteco con sede a San Felice sul Panaro, Modena, Ecoterm è un punto di riferimento mondiale per la produzione e la commercializzazione di materie prime – in particolare ossido di rame nero e farina di cromo – utilizzate in ambiti diversi, soprattutto nel settore ceramico.

La prima conferenza mondiale dedicata alla pietra naturale è una delle iniziative portanti del Progetto riguardante Marmomacc nell’ambito Piano di promozione straordinaria del Made in Italy del Ministero dello Sviluppo Economico, in collaborazione con ICE-Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane e Confindustria Marmomacchine.

Verona, ottobre 2015 – Coro ad una sola voce da parte delle associazioni internazionali della pietra: la ripresa dell’economia mondiale c’è e si punta sempre di più alla qualità dei manufatti lapidei anche in aree produttive relativamente giovani. Mentre l’Italia era ed è punto di riferimento per tutti nel settore, con particolare riguardo al design, ai prodotti lavorati ed alle tecnologie.

Cerca su Edilpro

Richiesta informazioni

Required *

 

Edilpro.it è un servizio fornito da Nòema

Nòema di Michele Di Noia Via F. Fellini, 1 70029 Santeramo in Colle (BA) Rea BA 550012 - C.F. DNIMHL68E26F205V - P.I. 07331330725

Edilpro.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto e/o di eventuali variazioni.

© 2015 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper
Copyright © 2017 Edilpro.it - Portale dell'edilizia. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.

Questo sito usa i cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Navigando sul nostro sito accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Per maggiori informazioni