MB Muro (Rev. 2.07) - Calcolo muri di sostegno

MB Muro è un software per le verifiche di stabilità delle Opere di Sostegno Rigide secondo le Nuove Norme NTC 2008 (D.M. 14/01/2008) "Norme Tecniche per le Costruzioni"

Principali Caratteristiche

  1. Forma geometrica generica
  2. Muro composto da più materiali (es. rivestimento in pietra, parapetti, …); a ciascun materiale può essere assegnata una diversa tipologia di azione (permanente strutturale, permanente non strutturale, variabile, ….)
  3. Terreno spingente costituito da più strati sovrapposti con inclinazione variabile
  4. Analisi in presenza di falda
  5. Applicazione di un sovraccarico in superficie e relativa tipologia (permanente, variabile, …)
  6. Applicazione di forze e coppie esterne aggiuntive (con relativa tipologia: permanente strutturali, non strutturali, variabile …)
  7. Inserimento di pali di fondazione
  8. Inserimento di tiranti di ancoraggio

Scelta delle impostazioni di calcolo (unità di misura, coefficienti di aderenza, regime di spinta ka o ko).

Gestione dei coefficienti parziali (azioni, resistenze, coefficiente di sicurezza globali) con possibilità di definire anche coefficienti parziali personalizzati "custom", oltre a quelli previsti dalla norma. 

Scelta della forma del muro tra una serie di sezioni tipologiche preimpostate.

Eventuale modifica con Personalizzazione della sezione intervenendo sulle coordinate dei vertici che ne definiscono il contorno.

Composizione con aggiunta di materiali diversi (ad es.: rivestimento in pietra, parapetto, ecc…), anche questi di forma generica e definibili tramite le coordinate della sezione.

A ciascun materiale può essere associata la relativa tipologia di azione (permanente strutturale, permanente non strutturale, variabile …).

Definizione stratigrafia del terreno spingente, caratteristiche del terreno in fondazione, posizione della falda.

Applicazione del sovraccarico in superficie e di eventuali forze e coppie aggiuntive.

Per ciascuna azione si può definire la tipologia (permanente strutturale, permanente non strutturale, variabile …) ed il relativo coefficiente di partecipazione sismica   "ψ2"  (pari all'aliquota di tale azione da considerare nelle combinazioni sismiche).

Inserimento pali e/o tiranti con definizione delle relative caratteristiche di resistenza.

Impostazione dei parametri sismici del sito, scelta della categoria del suolo, determinazione accelerazioni sismiche orizzontale e verticale.

Sono eseguite le verifiche di stabilità statiche e sismiche, per sisma verso l’alto e verso il basso, sia nelle combinazioni tipo STR (con parametri geotecnici caratteristici) sia nelle combinazioni EQU e GEO (con parametri geotecnici ridotti).

E' da sottolineare che, come evidenziato dalla norma, le verifiche di tipo Geotecnico associate alle combinazioni EQU e GEO sono "generalmente" le più gravose nei confronti della stabilità. Ciò significa che si deve in ogni caso verificare la stabilità anche per le combinazioni STR (che sono "generalmente" più gravose per le verifiche strutturali).

Per ciascuna combinazione sono visualizzabili tutti i dettagli del calcolo, a partire dalla definizione dei coefficienti di spinta attiva (calcolati secondo la formulazione di Mononobe-Okabe), al calcolo delle tensioni e delle spinte lungo l’elevazione, al calcolo della risultante sul piano di fondazione, fino alle verifiche a scorrimento, ribaltamento e di capacità portante. Ogni risultato ottenuto è dettagliato e corredato delle espressioni utilizzate per il calcolo; tale caratteristica consente di effettuare i dovuti controlli sulla validità dei risultati.

Sono altresì eseguite le verifiche di stabilità GLOBALE statiche e sismiche, per sisma verso l’alto e verso il basso.

Il calcolo del fattore di sicurezza viene effettuato con i metodi di Fellenius, Bishop e Janbu. per superfici di scivolamento circolari.

 

Ovviamente, anche per le verifiche di stabilità Globale sono visualizzabili tutti i dettagli del calcolo, a partire dalla geometria della superficie di scivolamento e dei conci di suddivisione della massa scivolante, al calcolo delle azioni, delle resistenze e dei relativi fattori di sicurezza.

Commenti  

#1 Vincenzo Merletti 2016-03-12 16:55
utile
Citazione

Aggiungi commento

In esecuzione del D.Lgs. n. 196 del 2003, recanti disposizioni a tutela delle persone e degli altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, il Richiedente fornisce a il consenso al trattamento dei propri dati personali, direttamente o anche attraverso terzi, oltre che per ottemperare ad obblighi previsti dalla legge, da un regolamento o dalla normativa comunitaria, anche per le seguenti finalità: elaborare studi e ricerche statistiche e di mercato; inviare materiale pubblicitario ed informativo; inviare informazioni commerciali; effettuare comunicazioni commerciali interattive.
La richiesta viene visualizzata da Noema che gestisce Edilpro.it e dal redattore dell'articolo che è un utente iscritto su Edilpro.it


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerca su Edilpro

Richiesta informazioni

Required *

 

Edilpro.it è un servizio fornito da Nòema

Nòema di Michele Di Noia Via F. Fellini, 1 70029 Santeramo in Colle (BA) Rea BA 550012 - C.F. DNIMHL68E26F205V - P.I. 07331330725

Edilpro.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto e/o di eventuali variazioni.

© 2015 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper
Copyright © 2018 Edilpro.it - Portale dell'edilizia. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.

Questo sito usa i cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Navigando sul nostro sito accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Per maggiori informazioni